Custom Spa

L'evoluzione ad alta velocità

Grandi investimenti a livello mondiale per la trasformazione del settore ferroviario

Mentre la Cina cerca di progettare il treno più veloce del pianeta con l'aiuto delle più recenti tecnologie a levitazione magnetica, il resto del mondo non rimane a guardare: il mercato dell'alta velocità ferroviaria, infatti, sta crescendo a ritmi vertiginosi.
Secondo l'Unione internazionale delle ferrovie (UIC), ad oggi sono 25mila i chilometri di linee ferroviarie ad alta velocità operativi a livello mondiale, e circa 16mila quelli in fase di costruzione. Mentre entro il 2030 è prevista la realizzazione di altri 60mila chilometri di linee ad alta velocità.
I paesi che intendono investire? Tra i principali figurano Francia, Regno Unito, Spagna, Turchia, Russia, Cina, Iran, Qatar, India, Australia e Stati Uniti.

I convogli del futuro

L'ultima frontiera tecnologica del trasporto su rotaia è il treno a levitazione magnetica: una vera e propria sfida alla forza di gravità che vede i treni viaggiare non più su rotaie, ma sospesi a pochi centimetri da terra. Sfruttando il complesso equilibrio tra forze gravitazionali, elettriche e magnetiche, si ottiene un vantaggio finora inesplorato: con l'aria come unica fonte di attrito, si potranno raggiungere velocità finora impensabili.
Alcuni paesi sono già passati dalla teoria alla pratica e molti altri lo stanno per fare: primo fra tutti è stato il Giappone che detiene ancora oggi il record per la velocità di punta con 603 kmh, mentre la Cina ha da poco inaugurato il treno col primato di velocità media pari a 350 kmh e con un picco massimo di 400 kmh.
Obiettivi ancora più fantascientifici sono quelli a cui stanno lavorando Tesla, con il progetto Hyperloop, e China Aerospace Science and Industry Corporation, con il progetto T-Flight: il primo correrà alla velocità del suono, il secondo supererà di cinque volte quella di un aereo di linea. E intanto anche l'Italia sta mettendo a punto una sua tecnologia per la levitazione magnetica, prevista entro il 2020: si chiama IronLev e non richiede corrente elettrica perchè sfrutta alcune proprietà fisiche della materia.

Il settore ferroviario in Italia

L'Italia continua a godere di investimenti nel sistema ferroviario e nella rete di trasporto urbano, con notevoli opportunità di business per le aziende del settore: opere di riqualificazione delle strutture esistenti; investimenti in materiale rotabile; ampliamento e modernizzazione delle stazioni e metropolitane delle principali città.
Nel dettaglio, RFI ha stanziato 17 miliardi di euro per il miglioramento delle infrastrutture tra il 2015 e il 2020, destinando un quarto della spesa alle linee ad alta velocità Milano-Venezia e Milano-Genova e prevedendo l'implementazione di sistemi di sicurezza e rimodernamento delle reti urbane e delle principali stazioni. Sono state autorizzate opere per 8,5 miliardi di euro sulla linea Torino-Lione e proseguono i lavori da 8 miliardi di euro per la galleria di base del Brennero. Intanto Trenitalia si prepara a rinnovare il materiale rotabile per una spesa di 4,5 miliardi di euro e l'operatore privato NTV ne investirà 460 in treni ad alta velocità.

CUSTOM per il settore ferroviario

Con 25 anni di esperienza alle spalle, la divisione Ticketing di CUSTOM è da sempre focalizzata nell'offrire soluzioni innovative per il settore dei trasporti. Le soluzioni di stampa CUSTOM sono installate in tutto il mondo, coprendo sempre più linee ferroviarie urbane e metropolitane:
- in Italia le biglietterie self-service di Ferrovie dello Stato e Italo installano le stampanti Custom, servendo gran parte del territorio nazionale;
- in Europa, le soluzioni ticketing di CUSTOM coprono circa 140mila chilometri di ferrovie, coinvolgendo le Ferrovie ungheresi, belghe, ceche, austriache e polacche (con KZL);
- e anche le linee della Russian Railway utilizzano soluzioni CUSTOM: l'ottima resistenza a condizioni climatiche estreme rende le stampanti CUSTOM il prodotto ideale per assicurare un servizio impeccabile su tutta la tratta transiberiana.

Tra le ultime installazioni attive troviamo:
- VKP80III, il modello di stampante biglietti compatto e flessibile, installato in tutte le TVM delle Ferrovie francesi SNCF;
- VKP80II SX, la stampante ricevute/biglietti numero uno al mondo per kioski self-service, installata anche per le linee di trasporto urbano svedesi;
- KPM302, la stampante per biglietterie self-service che, insieme al modello TK302 RFID, copre le linee di trasporto urbano di Bordeaux (Francia) e Doha (Qatar).